Beauty

Clean Beauty

La pelle è il più grande organo del corpo umano e funziona come filtro tra l’ambiente esterno e i nostri organi interni. Quello che ci mettiamo sopra verrà assorbito e le sostanze entreranno in circolo nel nostro organismo. Bisognerebbe prestare la stessa attenzione rivolta a quello che mangiamo per i cosmetici che utilizziamo.

La maggior parte delle persone pensano che basti idratare e proteggere la propria pelle dal sole per avere una beauty routine efficace. La verità purtroppo è ben diversa: spesso i prodotti fanno più danni di quanti ne risolvano e le informazioni a disposizione dei consumatori sono difficili da reperire e spesso confuse.

Sbagliare la propria beauty routine è come mangiare tutti i giorni al fast food sotto casa, non può certamente far bene!

Per rispondere a questa necessità dei consumatori, si forma sul web un movimento trasparente e onesto verso i clienti: nasce il Clean Beauty.

Cosa significa Clean Beauty?

La verità è che termini come “naturale”, “biologico” o “green” sono regolamentati in maniera limitata e da enti differenti. Questo rende complicato orientarsi per un non addetto ai lavori.

Le basi del Clean Beauty sono semplici: si concentra su prodotti realizzati per la maggior parte con ingredienti naturali (maggiori del 90%), dove sicurezza ed efficacia sono testate scientificamente, senza sperimentazione animale e le pratiche commerciali devono essere il meno dannose possibili per l’ambiente.

La missione del Clean Beauty è permetterti di apparire ogni giorno al tuo meglio, senza danneggiare la tua pelle, il tuo pianeta e la tua morale. 

Il Clean Beauty è, quindi, un nuovo modo di fare impresa in ambito cosmetico, nel rispetto dei consumatori e dell’ambiente.

i capisaldi del Clean Beauty?

trasparenza e ingredienti:

la trasparenza verso il consumatore è alla base del movimento e gli ingredienti devono essere per la maggior parte naturali, biologici e quando più possibile a km 0. Spiegare e formare i propri clienti in modo che siano consumatori consapevoli è fondamentale per costruire quel rapporto di fiducia reciproca che è alla base del Clean Beauty.

Non promettere quello che non puoi realizzare:

il Clean Beauty non usa tecniche aggressive di marketing e soprattutto ricerca la massima onestà verso il consumatore. Non promette risultati miracolosi ed immediati, nonostante sia comprovato che i prodotti clean abbiano la stessa efficacia dei competitor con meno restrizioni. La differenza sostanziale, infatti, sta nel costo delle materie prime, quelle naturali e biologiche sono spesso più costose rispetto alle controparti sintetiche.

Un po’ come l’allevamento biologico è più costoso rispetto a quello intensivo.

il rispetto verso l'Ambiente e gli animali

le aziende che aderiscono al movimento del Clean Beauty si impegnano attivamente alla salvaguardia ambientale, rigorosamente cruelty free, prediligono fonti di energia rinnovabili e packaging green. Utilizzano materie prime il più possibile naturali e, quando possibile, biologiche.

In altre parole, vivere una vita in salute e straordinaria dal punto di vista di bellezza esteriore e interiore è l’obiettivo del Clean Beauty.

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento