Beauty

L’Henné: La Tintura Naturale per Capelli

Care Pinelle e Cari Pinelli,

 

I parrucchieri sono chiusi e non si sa esattamente quando riapriranno. Come fare quindi a coprire quei fastidiosi capelli bianchi?

Se volete arrangiarvi con colorazioni casalinghe, la tintura più naturale che esiste è senz’altro l’henné! La polvere viene ricavata dalla pianta di Lawsonia inermis, un arbusto spinoso utilizzato fin dall’antichità come colorante rossiccio. 

Non molti sanno, però, che esistono diversi tipi di henné che aiutano anche i non amanti del rosso!

L’Henné Neutro

L’hennè neutro non colora e serve come ristrutturante e nutriente per i capelli sfibrati. È composto dalla polvere di Cassia Obovata ed è perfetto per donare volume e lucentezza ai capelli sottili e piatti. Può essere utilizzato come una semplice maschera nutritiva.

L’Henné Rosso

L’hennè rosso è la ricetta tradizione a base di Lawsonia inermis. Ha una colorazione rossiccia, ricca di riflessi naturali. Bisogna stare particolarmente attenti ai capelli bianchi, dove potrebbe tendere all’arancione. Si consiglia, quindi, di acquistare la polvere con l’aggiunta di altre piante, come l’Indigofera Tinctoria che serve a donare dei riflessi più scuri ai capelli.

L’Henné Biondo

Diverse percentuali di Lawsonia inermis, Indigofera Tinctoria e Buxus Dioica, un arbusto sempreverde, vanno a creare l’henné biondo. Le percentuali possono cambiare a seconda del proprio colore di capelli, per creare la tonalità perfetta. Se si vuole raggiungere un effetto biondo dorato aggiungete un impacco di limone, yogurt o miele e dell’infuso di camomilla; mentre per un biondo freddo è meglio aggiungere polveri di melograno o rabarbaro.

L’Henné Nero

L’henné nero è composto principalmente dalla Indigofera Tinctoria, che tinge i capelli di un colore tendente al nero con riflessi bluastri. Si aggiunge la Lawsonia inermis per avere una colorazione castana. Anche in questo caso, le diverse percentuali di una polvere rispetto all’altra servono a raggiungere le tonalità di castano che si preferisce.

A tutte queste polveri va aggiunta gradualmente acqua calda, fino a che non si raggiungerà un composto denso e omogeneo (non troppo liquido). Una volta preparato l’impacco, la vostra tintura naturale per capelli sarà pronta per essere applicata!

Il tempo di posa varia da persona a persona, da 20 minuti fino a 3 ore e, a seconda del tempo, si avranno risultati differenti. 

Chiedete sempre consiglio al vostro erborista per sapere di quali colorazioni dispone e che percentuale di ogni pianta è contenuta all’interno! 

Ogni capello è diverso e la sua capacità di prendere il colore varia da persona a persona; per capire esattamente quanto tempo dovrete tenere l’impacco, è consigliato provare prima su una ciocca.

Tanti baci!

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento