Regole alimentari per un fisico al top

Regole alimentari per un fisico al top

Care Pinelle e cari Pinelli,

 

Spesso molti di voi mi domandano che tipo di alimentazione seguo, ho pensato quindi di scrivere un post per condividere con voi alcuni consigli per essere in forma e in salute!

Ovviamente, ricordate sempre che prima di fare una dieta dovete consultare un medico per capire qual è il regime alimentare più adatto al vostro fisico!

Chiusa questa premessa, vi suggerisco alcune regole utili a rivitalizzare e rinforzare l’organismo, che portano benefici sia interiori, che esteriori!

 

Innanzitutto, cercate di eliminare tutti quei cibi preparati con grassi vegetali che hanno una derivazione sconosciuta. Parlo quindi di snack, dolcetti e biscotti ma anche di crackers e grissini!

Meglio evitare di utilizzare troppi grassi animali, come il burro per esempio, ma, soprattutto, non li mischiate! Queste sostanze incidono sul fegato che, irritato, può essere la causa di numerosi fastidi come la nausea o la stanchezza, ma anche del mal del testa! No, quindi, ai fritti industriali !

 

Fate molta attenzione, inoltre, agli zuccheri! Se consumati in eccesso, gli zuccheri vanno ad incidere sul pancreas che produce una dose maggiore di insulina, l’ormone responsabile dei lipidi! Perciò è sconsigliato mangiare, nello stesso pasto, diversi alimenti che contengono zucchero (…come la pasta insieme al pane! ) per evitare di incrementare massa grassa!

 

Vi suggerisco di rinunciare anche a un utilizzo eccessivo di sale per condire gli alimenti. Un abuso di sale può essere pericoloso per i reni, per il cuore e perfino per il cervello.

 

Abbondare, invece, di verdura cruda! La verdura cruda, in particolare il finocchio, il cetriolo e i carciofi, contiene una grande dose di acqua che aiuta i reni a lavorare meglio. Come sapete, la verdura garantisce tantissimi benefici ed è sempre bene farne un gran carico!

Infine, ricordate che ogni cottura deve essere misurata e calibrata, per evitare di danneggiare le proprietà dell’alimento. Per esempio, bollire il cibo per troppo tempo provoca una perdita delle sue sostanze nutritive. Quando invece si cuoce in padella, alla griglia o alla brace, bisogna fare estrema attenzione a non bruciare quello che stiamo cucinando perché può essere cancerogeno! Mentre va bene usare l’olio, purché sia sempre extra vergine d’oliva!

 

Quindi, mie care Pinelle e Pinelli, queste sono piccole regole che ho imparato a mettere in pratica grazie all’aiuto della dottoressa Sara Farnetti, mia amica ed esperta in nutrizione funzionale medica. Spero che possano essere utili anche a voi!!! baciii!

 

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. avatar

    Ciao Alessia! Il sale lo elimino da quando ero piccola, tanto che spesso mi criticano i piatti che preparo ma io ormai non me ne accorgo più che “manca” il sale! 😀 Invece è una guerra continua con me stessa per quanto riguarda gli zuccheri, sono una golosona!!! Ho imparato però a prepararmi i dolci da sola, giusto per sentirmi meno in colpa…
    Tanti, tanti baci!!!

    1. avatar

      Ciao Annamaria!! E’ molto importante non abbondare con il sale però mi raccomando di non eliminarlo del tutto! bisogna assumere tutto con moderazione 😉
      Ti capisco perfettamente per quanto riguarda i dolci! Io sono dipendente da cioccolata fondente!!!!
      Un bacione

Lascia un commento

Chiudi il menu