Wellness

Vitamina D in Pillole

Sara Farnetti

Medico Chirurgo specialista in Medicina Interna, PhD in Fisiopatologia del Metabolismo e della Nutrizione ed esperta in Nutrizione Funzionale Medica

La fonte principale di vitamina D per il nostro organismo avviene grazie all’esposizione solare. Infatti, grazie all’azione dei raggi solari viene indotta la trasformazione in vitamina D del suo precursore biologico.

Una carenza di vitamina D non deve essere sottovalutata, in quanto questa vitamina partecipa a numerosi processi chiave: ha un ruolo cruciale nella modulazione del sistema immunitario, regola il metabolismo osseo e contribuisce a mantenere i livelli di calcio e fosforo nel sangue.

In questo momento, abbiamo bisogno di assumere la vitamina D dall’alimentazione, perché non abbiamo molta possibilità di esporci alla luce del sole.

Ovviamente, possiamo sopperire a questa mancanza con alcune semplici strategie…

La luce

Approfittate dei raggi di sole che passano attraverso le vostre finestre, anche questi possono essere d’aiuto. In questo momento in cui non è possibile passare del tempo all’aria aperta, cercate di prendere almeno 30 minuti di sole affacciati alla finestra di casa.

Le uova

L’uovo è un alimento ricco di vitamina D. Le uova sono facilmente reperibili, accessibili a tutti e straordinariamente versatili in cucina! Ricche di vitamina D, vitamina A e di ferro, possiamo consumarne fino a 6 settimana, e sfruttarle sia a colazione che a pranzo che a cena! La cottura ottimale è quella in camicia, che assicura una digestione rapida ed è quindi anche un ottimo alimento per chi soffre di gastrite.

Il Burro

Non abbiate paura del burro, il grasso non ingrassa! Il burro contiene vitamina D, acidi grassi saturi di cui alcuni salutari per l’intestino, ma anche monoinsaturi come quelli dell’olio extravergine di oliva. Ottimo da spalmare a colazione su una fetta di pane tostato.

Il Pesce

Un altro alimento che ci assicura un buon apporto di vitamina D sono i pesci grassi. Largo, quindi, a pesci freschi come il salmone, lo sgombro e il tonno. Ottime le alici, hanno un costo accessibile e sono meno ricche di metallo.

Quindi, mentre attendiamo di tornare compostamente al sole, possiamo riscoprire il valore degli alimenti per proteggerci. Ingegnamoci per fare una spesa mirata, per mangiare correttamente guadagnando salute.

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento