Ciao Pinelle, oggi voglio mettere da parte i look e parlarvi di un settore di moda che spesso non percepiamo come tale e che ci travolge con i suoi pro e contro! Sto parlando delle nostre mani e nel dettaglio delle nostre unghie.
Ogni sei mesi, è mia abitudine, fare un controllo dermatologico. Per farlo vengo a Milano, all’Istituto Dermoclinico Vita Cutis dal Dottor e Direttore Antonino Di Pietro, mio carissimo amico da tempo e per me guru assoluto in fatto di dermatologia. Qui è stato inaugurato il primo Ambulatorio per il Benessere e Cura delle Unghie e, nell’ultima mia visita ho voluto raccogliere qualche info per voi!

La cura delle unghie sta diventando un vero e proprio tormentone per ragazze e donne di ogni età. La moda le ha messe sotto i riflettori, trasformandole in un potente mezzo di bellezza e seduzione e, pia piano è salita anche l’attenzione su questa parte del nostro corpo che in passato è stata trascurata.

Ma la “fregatura” è dietro l’angolo! Negli ultimi anni infatti, sono aumentate del 75% le visite dermatologiche per problemi alle unghie.

Le patologie che possono manifestarsi sono numerose: funghi o batteri che possono penetrare attraverso indebolimenti o taglietti aggredendo le unghie, farmaci o agenti chimici che causano alterazioni, o come capita spesso per le unghie dei piedi, da traumi indotti dalle calzature in particolare per chi indossa i tacchi alti.

Ma bisogna stare molto attente anche se usiamo abitualmente smalti e gel per ricostruzioni. Questi infatti possono essere una causa del deterioramento delle nostre unghie. E non è tanto il processo di applicazione a causare problemi, quando quello di rimozione, che avviene con solventi aggressivi o, addirittura, raschiando il dorso dell’unghia. I primi segni di un’unghia non più sana sono spesso la sua notevole fragilità e il suo cambio di aspetto. Questi devono essere per tutte noi un campanello d’allarme che ci spinge a consultare tempestivamente un medico.

Quindi ragazze… occhi aperti mi raccomando! Un bacione!!!

bde93c6a3c2bf1223cd4b8cdbf7ed75b
test-unghie-pagina-1170x500

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Questo articolo ha 13 commenti.

  1. avatar

    Dolcissima Ale! ho sempre apprezzato gli articoli ed un libro letto diversi anni fa di questo doc! mi piace tanto ed ha un sorriso contagioso!proprio stamane leggevo su TuStyle alcune cose sui ritocchini ed i filler e si citava il suo contributo !e sono lontana da queste realtà 😉
    Wow! Sono assolutamente d’accordo con te , sul prenderci cura sempre della pelle e delle unghie , che rivelano moltissimo del ns stato di salute . Io sono natural, feci il gel molti anni fa per provare visto che le avevo e le ho fragili di natura …penso di esser l’unica che ha avuto le unghie deboli ANCHE in gravidanza che è un momento di grazia ormonale per ogni donna :)! insomma la mia esperienza è stata negativa sì sono belle , comode ma…. a me le rese ancor più fragili, perciò ho desistito dal farlo .Eppoi essendo amante del makeup in genere , gli smalti li adoro mi danno allegria le boccette tutte colorate …che dirti ne ho un infinità!mi piacciono proprio ..specialmente i rossi/i nude/i coloratissimi , sempre rigorosamente laccati!.perciò non potevo accantonare il mio piccolo patrimonio colorato!!HI HI Hi!Il consiglio è far respirare le unghie , riposando anche solo un giorno dallo smalto, mettere un pochino di olio la sera prima di andare a letto e usare il solvente il minimo indispensabile e che siano delicati, questo è il consiglio che mi ha dato il mio dermatologo dell’IDI di Roma per le mie unghie fragili.Un toccasana è il mare lasciatele senza smalto e le unghie si rigenerano completamente con gli oligoelementi marini!provare per credere , nei mesi successivi al rientro è tutta un’altra storia! Ti abbraccio foret [email protected]

    1. avatar

      Grazie @simona! sei preparatissima! baci

Lascia un commento

Ciao Pinelle,
today I want to put outfits aside and deal with an area of fashion that we often don’t regard as such and whose many pros and cons can be overwhelming! I’m talking about our hands, and more specifically our nails. Every six months, I go for a dermatological check up. I do it in Milan, at the Istituto Dermoclinico Vita Cutis, with Doctor and Director Antonino Di Pietro, a dear friend of mine for some time and my absolute guru in dermatology. Here, they have opened the first Nail Care and Wellbeing Clinic and, at my last visit, I gathered some info to share with you all!

Nail care is becoming a real heartache for girls and women of all ages. Fashion has put nails in the spotlight, transforming them into a powerful vehicle of beauty and seduction and, slowly but surely, our attention has been shifted to this part of our body which was overlooked for so long.

But the “catch” is right around the corner! In recent years, in fact, dermatological treatments for nail problems have increased by 75%.

The problems that can occur are many: fungi or bacteria that can penetrate through weak areas or splits and attack our nails, medicines or chemical agents that cause alterations, or, – as often happens to our toenails – trauma caused by footwear, especially for those who wear high heels.

We should be extra careful even when we use varnishes and gels for reconstruction. In fact, these can actually be a cause of nail deterioration. And it’s not so much the application process that causes problems, but removal, which occurs using aggressive solvents or even by scraping the nail bed. The first signs of an unhealthy nail are often its fragility and change in appearance. These should be the alarm bells that prompt us to see a doctor as soon as possible.

So girls… please keep your eyes open! Hugs and kisses!!!

bde93c6a3c2bf1223cd4b8cdbf7ed75b
test-unghie-pagina-1170x500

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento