Style

Il costume designer nei film in costume

Claudia Scutti

Stylist e costume designer

Il lavoro del Costume Designer è molto affascinante e ricco di sfumature. Ragazze e ragazzi appassionati di moda, sono spesso attratti da questo splendido mestiere…

ma cosa significa davvero fare il costumista per il cinema, per una serie tv o per il teatro? 

Mi piacerebbe raccontarvi alcuni aspetti pratici che caratterizzano il lavoro da costume designer, iniziando proprio da tutte quelle opere dette “in costume”. 

Il cinema in costume infatti, e vale lo stesso per qualsiasi altro prodotto audiovisivo sul genere, è un mondo vasto e appassionante che prevede un approfondito studio della storia della moda e del costume, così come della tecnica. 

Oggi, quindi, parliamo del lavoro del costume designer nei film in costume!

la sceneggiatura

Ricevuto l’incarico, per prima cosa il costume designer legge con attenzione la sceneggiatura del film ed acquisisce le prime fondamentali informazioni di cui ha bisogno. La principale è sempre la stessa: in che epoca ci troviamo? Sì, perchè sapere se la storia è ambientata ai giorni nostri, vent’anni fa o nell’800 cambia completamente l’impostazione di questo lavoro. 

Quando la storia è ambientata in tempi passati, il film è in costume. Dovremo, quindi, individuare sia il periodo storico, sia il luogo geografico in cui è ambientata la narrazione (quindi le relative usanze culturali) sia l’estrazione sociale dei personaggi. 

Si parla di tutta questa ricerca con il regista, che ha già la sua visione del progetto, e poi ci si confronta con gli attori per inquadrare le loro esigenze fisiche.

la sartoria

In un film in costume, il lavoro del costume designer si svolge principalmente nelle sartorie. Bisogna fare una ricerca minuziosa rispetto all’epoca che ci interessa, cercando abiti di repertorio. Gli abiti di repertorio vantano un fascino straordinario perché spesso sono o originali dell’epoca, o vere e proprie opere d’arte realizzate per precedenti film passati alla storia. 

Chiaramente, i personaggi avranno delle esigenze specifiche e gli attori delle necessità funzionali. E’ quindi possibile effettuare delle piccole modifiche agli abiti ( aggiungendo dei dettagli come merletti e applicazioni, per esempio) o realizzare dei piccoli cambiamenti strutturali ( come allungare una sottoveste, accorciare un pantalone etc).

E’ un lavoro scrupoloso di ricerca, una preparazione che dura diversi mesi all’interno delle sartorie teatrali di costume.

I Disegni

Quando il budget lo consente, è possibile realizzare gli abiti da zero. Si inizia, perciò, dal disegno fino ad arrivare alla completa realizzazione del costume. Anche in questo caso, lo studio è essenziale perché, a meno che il film non sfoci volutamente in uno stile straordinario e fuori dagli schemi, i modelli disegnati devono essere perfettamente aderenti alle tendenze dell’epoca per rispettare l’aspetto realistico. Spesso si sceglie un tema colore, per dare una coerenza cromatica!

l'invecchiamento dei tessuti

Ovviamente, oggi per vestirci non usiamo gli stessi identici tessuti che si usavano in passato! Ogni epoca ha le sue tendenze e il proprio stile, e vengono usate lavorazioni e materiali differenti. Questo significa che bisognerà lavorare i materiali per ottenere una perfetta verosimiglianza con gli abiti dell’epoca, e il procedimento che si utilizza è proprio l’invecchiamento dei tessuti. Anche qui, si apre un capitolo meraviglioso perché si lavora con le tinture, si effettua una ricerca per scegliere le passamanerie e si realizzano ornamenti e decorazioni. E’ una vera e propria arte e ci sono molte tecniche diverse per conferire una patina storica ai nostri costumi. 

Le Comparse

In tutti i prodotti cinematografici è essenziale vestire ogni singolo personaggio del film, dal protagonista alla comparsa. Ma, in particolare nei film in costume, l’attenzione per i personaggi secondari è la stessa che per quelli principali. Non si può rischiare, per esempio, che in un film ambientato nel medioevo un passante indossi un paio di sneakers! Allo stesso tempo, potete immaginare la difficoltà di trovare centinaia di capi e accessori, d’epoca o simili, per le scene di massa? E’ una mole di lavoro molto intensa ma tutto deve essere impeccabile!

Insomma, ho voluto iniziare a parlarvi del lavoro del costume designer in questo ambito perchè il costume è un vero e proprio personaggio all’interno del film, ed è in scena per la durata intera del lungometraggio! Nel prossimo articolo, vi spiegherò invece l’impostazione del lavoro per un film ambientato ai giorni nostri. Baci

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento