La Pinella

la pinella

Capelli: come convivere con una chioma ingestibile!

Care Pinelle, oggi vi parlo di capelli, visto che ho ricevuto un sacco di richieste da parte vostra riguardanti colore, taglio, piega, ecc.

Innanzitutto voglio dirvi che mi lusinga molto sentire i vostri apprezzamenti sulla mia chioma, poiché io l’ho sempre trovata veramente ingestibile e anche perché da ragazzina mi chiamavano “pel di carota”…e la cosa mi faceva soffrire assai. 🙂

Partiamo subito dal colore: io nasco bionda ramata e non ho mai fatto una tinta in vita mia. Questo perché mi hanno sempre detto che i colpi di sole sulla mia base vengono molto luminosi (in realtà si schiariscono con molta difficoltà, quando hai la base un po’ rossa tendono subito a diventare arancio, quindi bisogna lasciarli in posa parecchio e sperare che non si brucino). Cerco di fare delle méche non troppo sottili, ma senza mai toccare l’attaccatura…lascio sempre almeno tre dita della mia base perché mi piace molto l’effetto ricrescita.

Purtroppo i miei capelli non sono né ricci né lisci, ma…CRESPI!!!!!!! Ci litigo da una vita, non riesco mai a dargli una forma che non sia leonina, anche perché ne ho tantissimi, molto grossi alla base e molto sfilati e fini sulle punte (mia madre mi racconta che da piccola non mi crescevano mai!). Dopo la gravidanza poi non ne parliamo neanche: una tragediaaaaa! Ho preso anche degli integratori ma non mi hanno aiutato granché, solo adesso vedo dei miglioramenti.
Da un po’ di mesi ho risolto il problema con un prodotto anti-snap (della Redken) da applicare sui capelli appena lavati e tamponati: basta distribuirlo bene su tutti i capelli, che vanno lasciati asciugare naturalmente per un po’ e in seguito leggermente asciugati con phon e spazzola (cercate di arrotolarli e riscaldarli senza allisciarli, come vedete nella foto con il mio hair-stylist Antonio). Io ho imparato anche a farli da sola a casa, e devo dirvi che da quando ricorro a questo prodotto e uso la spazzola ed il phon in questa maniera, riesco a gestirli di più. Certo, d’estate è un po’ un problema domarli, ma io faccio le trecce (vi ricordate il mio video tutorial per farle?), oppure delle gran crocchie a mo’ di cipolla che in gergo si chiamano “bun”. Un’altra buona soluzione sia per l’estate ma in generale da usare sempre quando i capelli sono asciutti è l’olio di Argan, è difficile però trovare quello puro: mia madre ha fatto una vacanza in Marocco e me l’ha portato, ma c’è un marchio che usano molto a Londra, si chiama Moroccanoil…io l’ho provato ed è buonissimo!

Per quanto riguarda il taglio, io ho sempre amato i capelli un po’ scalati e il mio punto di riferimento è assolutamente la modella Freja Beha, che ha sempre un look spettinato e una frangia  con diverse lunghezze.
Per andare in video uso ogni tanto delle ciocche di infoltimento che si applicano con delle mollettine, sono semplici da mettere (anche da sole) e una volta tolte, non si ha più il problema di quei gattacci finti attaccati alla testa con cheratina o quant’altro…che poi se il vostro uomo vi vuole fare una carezza fra i capelli ,si trova in mezzo a pezzettini di plastica orrendi! 🙂
Le potete trovare nei negozi e anche online, ma è sempre meglio verificare che il colore sia uguale al vostro. Vi faccio rivedere le mie: ecco a voi le PINELLINE. 🙂

Nelle foto vedrete che Antonio Pruno (il mio parrucchiere da quando avevo 17 anni, di lui mi fido ciecamente!) mi arrotola le ciocche nel modo che vi ho spiegato, e poi troverete una foto (l’ultima) con Alessandro, un ragazzo bravissimo che lavora nel negozio di Aldo Coppola a Londra e che mi dà sempre un sacco di consigli in fatto di tendenza. Baci a tutte!!!








FacebookTwitterGoogle+Pinterest38
157 Discussions on
“Capelli: come convivere con una chioma ingestibile!”

Leave A Comment

Your email address will not be published.