Cari Pinelli e care Pinelle, oggi voglio parlarvi di un progetto che si chiama “Erre 768” e che mi sta molto a cuore perché è dedicato alle donne.

Sul sito ufficiale di “Erre 768” è indicata la missione del progetto, ed è un concetto che mi piace particolarmente : “Sviluppare percorsi di integrazione sociale e lavorativa delle donne italiane e migranti in situazioni di difficoltà; valorizzare il talento e le diverse professionalità; creare sinergie vincenti e durature mediante uno sviluppo ecosostenibile con la collaborazione di altre realtà produttive”. L’idea insomma è che ognuna di noi possa avere una (seconda) chance e collaborare insieme per esprimere al massimo le nostre potenzialita’.

La promotrice del progetto, Roberta Marchiori, nella vita fa la consulente, ma ha deciso di investire le sue energie anche nella moda unita alla solidarietà. Così è nata “Erre 768” (per saperne di più leggete qui), un’azienda eco-sostenibile di donne per le donne. Roberta ha incontrato donne con alle spalle storie ed esperienze disparate, ma tutte accomunate da una grande forza di volontà e dalla voglia di mettersi in gioco sempre e comunque, e proprio questi aspetti l’hanno ispirata al punto da lanciare “Erre 768”. In una mail mi ha scritto: “Il nostro obiettivo è quello di creare una piccola impresa, non vogliamo lucrare ma lavorare e far lavorare le donne in modo che recuperino la loro dignità”, e dopo avere letto queste parole mi sono fiondata qui su La Pinella per scrivere il post che state leggendo, sperando di invogliarvi a riflettere su questa tematica.

Spero che decidiate di supportare “Erre 768”, e se avete anche voi delle iniziative e dei progetti da segnalarmi sarò felice di sapere quanto siete straordinari/e e di supportare le vostre buone cause. 🙂

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Questo articolo ha 52 commenti.

  1. avatar

    Elena e Roberta promotrici del progetto “erre768” ringraziano Marialuisa dello studio “Alchimia design” di Padova .
    Amica nella vita e qualificata professionista nel lavoro . Grazie .

  2. avatar

    Ciao Ale…il progetto proposto è molto bello..tranne per quanto riguarda il discorso della dignità,non è vero che le donne che nn sono in carriera,che non hanno un lavoro stabile oppure che non lavorano non hanno dignità ..allora la maggior parte siamo senza dignità..la dignità è una parola molto estesa che comprende anche il riuscire ad avere un proprio guadagno personale ma non che se uno non c’ela allora non ha dignità.Non dobbiamo dire questo sennò come si fa a sostenere e ha promuovere il lavoro?

  3. avatar

    Ciao Ale,
    Trovo bellissimo che ti occupi di dare spazio nel tuo blog anche a iniziative e progetti così importanti!
    Ne approfitto per dirti che sono capitata un po’ per caso qui su La Pinella, e se prima ti apprezzavo molto ora ti adoro proprio!! 🙂 Sei dolce, spiritosa, bellissima, e soprattutto donna come piace a noi donne: una che non ha paura di mostrarsi senza trucco dopo l’influenza, che nella vita si interessa di molte cose e soprattutto si interessa di condividerle, che sa essere VIP ma anche mamma, amica,ispiratrice quotidiana…senza stonare proprio mai.
    Un abbraccio davvero caloroso.. 😉

  4. avatar

    Ciao Ale, mi spiace che dall’articolo sul nostro progetto “erre768” non sia uscito il nome della mia Super Socia Elena.
    Socia ed Amica insostituibile !!!!!!! Volevo pubblicamente ringraziarla e dire che il progetto “erre 768” esiste perché noi due , Elena ed io, abbiamo fatto squadra ,supportandoci a vicenda , soprattutto nei momenti più difficili .
    GRAZIE ELENA !!!!!!!!!

Lascia un commento