Travel

Bellezze on the road!

Care Pinelle e cari Pinelli,

Questa è stata senza dubbio un’estate diversa da quelle a cui eravamo abituati, ed è essenziale continuare a fare molta attenzione per proteggere noi stessi e gli altri. Molti hanno scelto di riscoprire il nostro splendido paese in cerca di luoghi particolari mentre altri, invece, hanno colto l’occasione per tornare a far visita ad alcune delle città più famose d’Italia. C’è, poi, chi ha optato per viaggi on the road, per non perdersi neanche una delle bellezze del nostro splendido paese!

E’ il caso di Barbara Perrone e Davide Tiezzi, due veri e propri globetrotter che hanno realizzato il progetto #italiangrandtour per suggerire mete bellissime dando tanti consigli a chi volesse regalarsi un viaggio tutto italiano in macchina, in moto o in bicicletta! Barbara e Davide hanno pensato ad alcuni suggerimenti per tutti i pinelli e le pinelle ancora in cerca di ispirazione per le vacanze o per un weekend fuori porta! Hanno selezionato per noi 5 mete da non lasciarsi scappare, da Nord a Sud Italia, segnalando anche degli spot pazzeschi per foto Instagram indimenticabili! Scopriamo quali…

Torino

Prima capitale d’Italia ma anche bene Unesco come città creativa per il design. Con i suoi chilometri di portici è possibile scoprirla passeggiandovi sotto, al riparo dal sole o dalle improvvise piogge estive. La città che ha dato i natali a tante bontà che quotidianamente mangiamo, dal tramezzino, al vermouth, al gelato su stecco solo per citare alcune. Torino è un salotto a cielo aperto dove prendere anche solo un caffè. 

Per gli appassionati di mercatini di antiquariato e vintage, qui da non perdere è il Balon ma anche il mercato dei contadini, attiguo al mercato più grande d’Europa, che è quello di porta Palazzo. E se scoprendo la città sarà giunto il momento di una pausa culinaria, Goustò è l’indirizzo giusto per scoprire il vitel tonnè, in un ambiente in perfetto stile match & mix tra vintage e contemporaneo.

Instagram point – Caffè Elena.

Affacciato su piazza Vittorio Veneto con vista Chiesa Gran Madre, qui è possibile sorseggiare un aperitivo d’altri tempi tra gli arredi originali del 1889. La curiosità storica è che qui fu messa a punto la ricetta del vermouth Carpano.

Urbino

Città simbolo del rinascimento italiano, Urbino è oggi più che mai una destinazione che può ispirare, seguendo in chiave contemporanea, le orme del Duca di Montefeltro. Si accede alla città, anch’essa patrimonio Unesco, dalla porta Valbona dove si ha già un’idea della bellezza e dell’eleganza osservando i palazzi affacciati su di essa. Anche in viaggio l’allenamento fitness qui non si perde, assicurato dalle frequenti salite e discese che portano alla fortezza Albornoz, in cima a via Raffaello, dalla quale si vede tutto lo skyline della città; dalla parte opposta, prendendo via Vittorio Veneto, si giunge invece all’ingresso dell’iconico Palazzo Ducale. 

La visita è da non perdere sia per ammirare l’immensità del patrimonio pittorico che è racchiuso qui, che per la sorpresa che vi susciterà lo studiolo del duca Federico da Montefeltro

Instagram point – l’affaccio con vista da uno dei torricini di Palazzo Ducale.

Castelluccio di Norcia

Quando si pensa alle lenticchie si pensa a Castelluccio. O viceversa. A 1452 metri slm la piana dell’appennino umbro-marchigiano, la natura, con l’aiuto dell’uomo, tra fine giugno ed inizio luglio dà vita ad un’esplosione di bellezza e colori con la fioritura delle piante di lenticchie. Qui, tra cavalli al pascolo e grandi distese di prati, non sarà difficile invidiare chi, giunto in camper o in tenda, potrà attendere la sera ammirando un tappeto di stelle. Per continuare a tener vivo lo sguardo, cercate tra i boschi al lato della piana quello che raffigura la sagoma dell’Italia, sarà la ciliegina sulla torta del grande spettacolo che avrete davanti!

Instagram point – semplicemente per terra, con un primo piano sui colorati fiori delle lenticchie, prestando attenzione a non andare all’interno dei campi!

Borghi del Lazio

Per chi ama scoprire mete meno battute dal turismo, a pochi chilometri da Roma ci sono dei piccolissimi borghi di grande fascino. Il romantico borgo di Castel Gandolfo che, affacciato sul lago di origine vulcanica, si tinge di rosa al tramonto. Impossibile resistere ad una cena sulle terrazze urbane con vista! Andando verso sud, altro borgo di grande fascino è Artena, definita città a dorso di mulo. La sua naturale conformazione la rende pressoché impraticabile con moderni mezzi di trasporto, tanto da affidare la movimentazione merci agli asini che qui sono i protagonisti del borgo. 

Infine Trevi nel Lazio, con la vista che si allunga fino a vedere il confine dell’Abruzzo. Passeggiando nel centro storico si leggono poesie appese ai muri e attraversando un antico arco si diventa protagonisti di un’installazione d’arte dedicata al vento che qui soffia sempre ben forte. 

Instagram point – tutte le terrazze di ogni borgo.

Castellabate

Affacciato tra terra e mare su paesaggi che tolgono il fiato, questo borgo, diventato celebre con il film Benvenuti al Sud con Claudio Bisio, è un concentrato di stradine e di calde atmosfere. 

Vivacissimo di giorno, merita di essere vissuto dal tramonto in poi, concedendosi una sosta nel meraviglioso boutique hotel Palazzo Gentilcore. Un posto di grande ispirazione per scoprire l’essenza del Cilento fatta dell’arte dell’ospitalità, sotto la guida della fondatrice Chiara Fontana, di maioliche, di oggetti d’arte in ceramica contemporanea ma anche di sapori genuini, portati in tavola dallo spirito travolgente dello chef Gabriele Caroccia.

I profumi dei vigneti affacciati sul mare si possono racchiudere in un bicchiere, sorseggiando un fiano del vignaiolo Bruno De Conciliis. 

Instagram point – la piazzetta con affaccio sulla costiera cilentana. 

Galatina

Ombelico del Salento, terra di pizzica, di barocco che si tinge d’oro al tramonto, della Basilica di Santa Caterina con un ciclo di affreschi che ricordano quelli di Assisi, ma anche di pasticciotto e tipicciotto (che riprende le farine antiche in uso nell’’700, ovvero quando fu inventato). 

Galatina è una città da vivere lentamente, cedendo alle tentazioni culinarie. Tra quelle salate c’è il tipico rustico di pastasfoglia e besciamella, da gustare con un drink da Roger 65, capace di concentrare in un bicchiere l’essenza del Salento con il cocktail Ulia, che ha come ingrediente protagonista un estratto di oliva cellina e leccina. 

Instagram point – le insegne vintage e la città vista dall’alto dei balconi del centro storico.

Care Pinelle e cari Pinelli, avete mai visitato queste città? Per scoprire le altre mete di #italiagrandtour potete seguire i due travel blogger sui loro account instagram @tangibiliemozioni, per Barbara Perrone, e @davidetiezzi, o visitando www.tangibiliemozioni.it. Tanti baci!!!

FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento