La Pinella

la pinella

La mia Londra

Londra è una città in continuo fermento, ricca di storia ma al tempo stesso all’avanguardia e in grado di anticipare le nuove tendenze. Sarebbe difficile scrivere in poche righe una guida completa con gli itinerari turistici classici; ho scelto quindi un altro punto di vista, quello della moda e dello stile. Ho documentato con le foto e con questo piccolo diario, un week-end trascorso in compagnia delle mie amiche Laura, Marella, Chiara, Claudia ed Ezia (in ordine da sinistra come le vedete nella foto) e voglio condividere con voi Pinelle e con i lettori di “Chi” questo viaggio fra i  luoghi piu’ “cool”!

Non si può non partire dal negozio di abbigliamento Topshop a Oxford Circus: quattro piani di assoluta goduria per le fashion victim! Non è costoso e la cosa piu’ divertente e’ che nessuno potrà avere facilmente quello che indossate voi. Uscendo da Topshop proseguite per Regent Street, troverete un altro negozio aperto da poco e pieno di cose sfiziose “da donne”: si chiama Other Stories. Proseguendo vi troverete davanti al negozio di giocattoli più grande del mondo, Hamleys: ce ne sono fin troppi, ma un pensierino per i cuccioli a casa o per i nipotini si trova sicuramente. Sempre su Regent incrocerete Liberty, il grande magazzino più eclettico e innovativo di Londra (esiste dal 1875 ma, a dispetto del suo profilo storico, offre prodotti all’avanguardia).

Passeggiate poi per Carnaby Street, che è a due passi da Regent Street ed è molto divertente. Con le mie amiche poi ho preso la metropolitana e siamo arrivate alla stazione di Mansion House, abbiamo fatto una bella passeggiata superando il ponte di Southwark  e, dopo una ventina di minuti camminando per il Bankside, siamo arrivate alla Tate Modern, la galleria d’arte moderna più apprezzata al mondo. Quasi tutte le esposizioni sono gratuite e vale la pena passarci un po’ di tempo. Fino al 27 maggio c’è la retrospettiva di Roy Lichtenstein, uno dei miei artisti preferiti…..Potete portarci anche i bimbi, a loro piacerebbero i suoi quadri che sembrano fumetti. 🙂

Se invece volete fermarvi in centro per il lunch le opzioni sono due: Bonnie Gull (piccolissimo ristorante di pesce) oppure The Riding House, sempre molto british ma grande e particolare nello stile più che nel cibo. Altrimenti vi consiglio di visitare la zona nord di Londra, partendo dalla City, facendo un light lunch in un ristorante italiano molto bello e dove si mangia davvero bene, L’Anima, e proseguite poi per Old Street (zona piena di negozi carini). Noi siamo anche andate a trovare Mo Coppoletta, il tatuatore più famoso a Londra e un mio caro amico: girare per il suo The Family Business è davvero un’esperienza… e magari ci scappa anche un tatuaggio!

Due opzioni sempre per il sabato: a pranzo potete andare da Itsu (cucina giapponese), lì di fronte ci sono Andrew Martin e il Bazar. Per i bambini c’è il Diana’s Park (galeoni, tende degli indiani, sabbia e fontane, tutto all’aperto) e si può entrare solo se accompagnati da un bimbo, una cosa davvero civilissima.
La sera a cena vi consiglio Tom’s Kitchen a Chelsea, una brasserie moderna con un tocco inglese, hamburger fantastici preparati nella cucina di fronte a voi. Sabato, colazione veloce da Muriel’s, nel cuore di South Kensington, e poi potete visitare la mostra di David Bowie al Victoria and Albert Museum: resterete estasiate da tutto quello che avrete visto e ascoltato. Siete già in zona Knightsbridge quindi, passando per Harrods, vi consiglio di andare al terzo piano di Harvey Nichols: lì ci sono gli stilisti inglesi ed americani che preferisco. I prezzi non sono proprio abbordabili, ma con i saldi si possono fare buoni affari. Scendendo mi fermo sempre al piano terra da Link a tingere le ciglia: le ho biondissime e in 10 minuti ti risolvono la vita, niente più mascara!!!

Se volete comprare delle scarpe, il negozio low cost che preferisco è Office. Altrimenti LK Bennett è il negozio più inglese che ci sia, il preferito dalla principessa Kate. Se le scarpe sono la vostra passione, visitate il secondo piano del grande magazzino Selfridges in Oxford Street. La sera volete un posto mondano molto trendy dove cenare e ballare ? Da Novikov, in Berkley Street, si mangia sia asiatico che italiano ma non e’ di certo un low cost:-(((. Volete provare invece un indiano molto easy? Vado sempre in quello vicino a Gloucester road che si chiama Noor Jahan, dove si spende poco e si mangia bene.

E domenica? Vi consiglio due opzioni: la classica Portobello Road per fare una passeggiata fra i mercatini e poi un light brunch a Notting Hill: potete sedervi all’Organic Cafè oppure mangiare al 202 la classica colazione inglese. Da queste parti troverete davvero tanti negozi belli, tra cui Joseph, Maison Scotch, Agent Provocateur per la lingerie super sexy,e un negozietto per i nostri cani con bar annesso solo per loro molto divertente!!!
Altrimenti prendete la metro scendete a Liverpool Street e andate al mercatino di Spitalfields, un po’ meno turistico ma proprio per questo più trendy. I negozietti vintage in zona Brick Lane (Rock It e Blitz) sono meravigliosi. A quel punto il brunch è d’obbligo al Duck and Waffle al 40° piano di un grattacielo.
Aggiungo una terza opzione, la mia preferita: prendete la metro fino a Richmond (20 minuti) e visitate questo magnifico quartiere, andate a vedere il parco, fate una passeggiata sulle rive del fiume e cercate la Petersham Nurseries: é una serra ma dentro c’è un caffè dove potrete fare un brunch fantastico. Io non ho mai visto un posto così bello e ricco di energia in vita mia!

Per concludere questo piccolo diario, voglio anche dirvi che ho avuto modo di conoscere la nostra amica blogger Lisa ( che vedete con me sulla gradinata di un museo),una ragazza davvero speciale. Dopo pochi giorni ha partorito un maschietto di nome Noah… auguri!!!!!!!!!

 

LOOK 1

Jeans: Hudson
Maglietta: London Ink 83/25
Giubbotto in pelle: Giorgio Brato
Tracollina: Marks&Angels
Ballerine: Repetto
Occhiali da sole: Ray-Ban
Sciarpa: Shibori
Bracciali: Niki Nika

LOOK 2

Jeans skinny: Topshop
Giacca vintage: Chloe
Francesine: Fiorentini+Baker
Borsa: Topshop
Sciarpa: Shibori

LOOK3 (PORTOBELLO)

Jeans neri: Topshop
Felpa con leopardo: Wildfox
Giubbotto: Giorgio Brato
Ballerine: Repetto
Borsa: Topshop

FRIENDS

SHOPPING

BEAUTY

TATOO


FacebookTwitterGoogle+Pinterest43
171 Discussions on
“La mia Londra”
  • Pochi giorni fa ero a Petersham Nurseries Cafe per un brunch e vicino al mio tavolo si siede un ragazzino alto con un viso stupendo, insieme a lui un amico e due adulti che ho immaginato fossero i nonni. Osservo il ragazzino moro e dico a Marco: ne sono sicura è Tommaso! Non ti nascondo che per un attimo ho sperato di vederti arrivare con Mia. Poi il signore si alza per fare delle foto e si avvicina a noi, a quel punto non mi sono trattenuta e sfacciatamente ho esclamato: Famiglia Marcuzzi/Inzaghi?!Tuo babbo ci è rimasto di stucco e poi ci siamo fatti due risate…ho confessato di essere arrivata fin lì grazie ai tuoi consigli di viaggio su Londra! E ne è stra valsa la pena;-)

  • Ciao Alessia. Sai che ti ho vista una sola volta ed è successo proprio a Londra?? Era la mia prima volta in quella stupenda città ed ero con mio fratello..tu uscivi dalla scalinata della metro ed eri in compagnia di Sermonti..E niente,mio fratello ti ha chiesto una foto e io ve l’ho scattata! ti abbiamo trovata semplice e alla mano. Ciao Ale!

Leave A Comment

Your email address will not be published.