Bikini, o intero? Brasiliana o slip? Vita alta o vita bassa? Diciamocelo care pinelle, noi donne siamo in grado di rendere difficile anche la scelta di un costume da bagno! Complici sicuramente i trend di ogni nuova stagione, i numerosi modelli, i vari tessuti e le tante forme diverse che oggi il mercato ci mette a disposizione! L’abbiamo visto anche nel post di ieri… abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta! Ma… quanto e come sono cambiati i costumi da bagno con il passare degli anni? Ci avete mai pensato?

Dagli “abiti da bagno” di fine ‘800, ai primi costumi che arrivavano al ginocchio degli anni ’20, fino ad arrivare alle gambe scoperte degli anni ’30. Pian piano si guadagnano centimetri, i pantaloncini si accorciano ma siamo ancora molto molto lontani dalla moda attuale! Il primo bikini, simili a quello dei giorni nostri, arriva solo nel 1946, ed è una vera rivoluzione!

01-costume-bagno-800
il-primo-bikini
Negli anni ’50 è la volta delle Pin up, e delle loro forme morbide. I costumi si adeguano alle loro curve, sostenendole e rendendole tremendamente sexy! Gli anni ’60 introducono un’altra novità, il monokini un costume fatto di soli slip, ideato dall’austro-americano Rudi Gernreich. Siamo nei primi anni della rivoluzione sessuale.

marilyn-agli-inizi
Sofia-Loren-costume-da-bagno
rudi-gernreich-monokini-1964-60s-swimsuits
Fine anni ’70 e anni ’80, sono stati il trionfo del bikini sgambato accompagnato da un top a triangolo davvero ristretto!
Negli anni ’90 invece tornano di moda i costumi interi! Merito sicuramente della popolare serie televisiva Baywatch e delle sue affascinanti, e per lo più formose, protagoniste! Sgambatissimi ovviamente e sempre molto molto aderenti, un mix vincente per dare molto risalto al decolleté!

Baywatch-Ladies-Cast+Pamela-Anderson-693x1024
Siamo arrivati fino ad oggi dove la regola numero uno dice: “non ci sono regole, date sfogo alla vostra fantasia!”. I costumi diventano componibili, forme, colori, tessuti, costumi interi, trikini, bikini e non solo…. Insomma tutto diventa possibile!

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 17: Models walk the runway during the Stella Jean show as part of Milan Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2015 on September 17, 2014 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D'Alessandro/Getty Images)
MILAN, ITALY – SEPTEMBER 17: Models walk the runway during the Stella Jean show as part of Milan Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2015 on September 17, 2014 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D’Alessandro/Getty Images)


FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Questo articolo ha 11 commenti.

  1. avatar

    ale che bella storia e che carrellata di modelli! wow la seconda foto è davvero sensazionale, non avrei mi creduto possibile un costume così all’epoca !
    Baci [email protected]

  2. avatar

    mentre che ci siamo passiamo direttamente al naturismo senza tanti falsi pudori.

  3. avatar

    Aleee ciaoo come sono cambiati i costumi…da ieri a oggi
    Continuando il discorso della festa di 18 anni della mia compagna ,la festa la farà in un centro sportivo a bordo piscina con buffet e poi scattata la mezzanotte tutti dentro alla piscina…grazie mille per i consigli dell’altro post
    e invece come scarpe cosa ci potrei mettere ?
    Grazie mille ancora ale sei gentilissima t.v.b

    1. avatar

      mmm beh Alberto ora va molto l’accostamento del look elegantino abbinato anche a una scarpa da ginnastica… considerando anche che dopo dovrete buttarvi in acqua potresti puntare su questo..che dici?? bacii

      1. avatar

        Hai ragione !! Ora faccio un giretto a Porta di roma o al centro e vedo come abbinare quello che mi hai detto ,mi sto aiutando anche con zalando che vendono delle belle cose ?☺grazie Ale ❤❤❤

  4. avatar

    Ma la meraviglia dei costumi anni ’50 e ’60???!!!!!!Bellissimi, così un pò strutturati!!!!
    E quelli sgambatissimi?????non il massimo, ma sicuramente utili per allungare le gambe…..infatti la mitica Pamelona, non è che avesse quel gran stacco di coscia come il tuo Ale….e quindi???costumi super sgambati!!!
    meno male che al giorno d’oggi ce n’è per tutti!!!!!
    sai che c’è???che ci vorrebbe un’estate più lunga per poterseli mettere tutti.
    Baciotti Ale!!!

    1. avatar

      davvero Saretta anche perche ci prepariamo così tanto alla prova costume che poi però non basta il tempo per metterseli tutti!! 😉 bacioni anche a te!!

Lascia un commento

Bikini or one-piece? Brazilian-cut or normal bottoms? High or low waist? Admit it, my dear pinelle, we women make even our choice of swimming costume complicated! The trends of each new season, the many styles, fabrics and shapes that are on the market nowadays certainly don’t help! We saw it in yesterday’s post… we are really spoilt for choice! But have you ever wondered how the swimming costume has changed over the years?

From the “swimming suits” of the late 19th century to the first knee-length costumes of the 1920s, right up to the bare legs of the ‘30s. Centimetres were gradually pared away and leg lengths rose, but we were still light years away from today’s fashions! The first bikini, similar to present day ones, arrived only in 1946, and that was a real revolution!

01-costume-bagno-800
il-primo-bikini

The fifties heralded the Pin-up girls with their generous figures. Swimming costumes adhered to their curves, supporting them and making them oh-so sexy! The sixties introduced yet another new style, the monokini, a costume made up of just bottoms with top exposed, conceived by the Austrian-born American designer Rudi Gernreich. The beginning of the sexual revolution.

marilyn-agli-inizi
Sofia-Loren-costume-da-bagno
rudi-gernreich-monokini-1964-60s-swimsuits

The late ’70s and ’80s saw the triumph of the high leg bikini with miniscule triangle top!

The ’90s, instead, brought back the one-piece costume, which was undoubtedly due to the popular TV series Baywatch and its alluring, and moreover voluptuous, stars! High-cut leg, of course, and very, very tight – a winning combination to accentuate the cleavage!

Baywatch-Ladies-Cast+Pamela-Anderson-693x1024
And so we are back to the present-day, where the number one rule is: “there are no rules, let your imagination run wild! Swimming costumes are now mix and match, in shape, colour and fabric, offering one-pieces, trikinis, bikinis and much more…. In short, everything is possible!

MILAN, ITALY - SEPTEMBER 17:  Models walk the runway during the Stella Jean show as part of Milan Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2015 on September 17, 2014 in Milan, Italy.  (Photo by Stefania D'Alessandro/Getty Images)
MILAN, ITALY – SEPTEMBER 17: Models walk the runway during the Stella Jean show as part of Milan Fashion Week Womenswear Spring/Summer 2015 on September 17, 2014 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D’Alessandro/Getty Images)


FacebookTwitterGoogle+Pinterest0

Lascia un commento